Spedizioni sempre gratuite ed anonime

Con Amore

Sesso anale. È sicuro?

Il sesso anale è un argomento ancora ricco di tabù, nonostante sia un’attività sessuale molto più popolare e apprezzata. Man mano che le coppie esplorano questo tipo di pratica sessuale, è importante comprendere i rischi, i benefici e alcuni accorgimenti per trarne il massimo piacere con il minimo rischio.

Secondo alcuni studi il sesso anale sta crescendo in popolarità principalmente tra le coppie di età inferiore ai 45 anni. Sembrerebbe che 36% delle donne e il 44%to degli uomini hanno riferito di aver avuto rapporti anali con un partner di sesso opposto.

La tendenza  è quella di pensare che il sesso anale si esegue con la penetrazione anale di un pene, ma in realtà ci sono altra opzione. Il sesso anale può essere eseguito anche come forma di autoerotismo attraverso l’uso delle dita o di un sex toy apposito (vibratori, dildo, plug…), oppure in coppia con la lingua.

Come ogni attività sessuale non è intrinsecamente pericoloso. Richiede solo più pianificazione, preparazione e comunicazione rispetto ad altre forme di attività sessuale. La sicurezza durante il sesso dovrebbe essere una priorità assoluta, ma anche divertirsi è certamente importante.

Cose da considerare quando si inizia a praticare il sesso anale

Se sei curioso di iniziare a praticare il sesso anale, è importante essere preparati. Seguire le dovute precauzioni e accorgimenti è l’unico modo per ridurre il rischio di lesioni o malattie. E quando ti senti sicuro, è più probabile che l’esperienza risulti piacevole e divertente.
Ecco cosa sapere prima di iniziare.

1. Il sesso anale vuole sempre la lubrificazione

A differenza della vagina, l’ano manca di lubrificazione. La vagina è un po’ una meraviglia naturale. Quando una donna è eccitata, la vagina fornisce il proprio lubrificante per il sesso. L’ano, invece, no. Ciò significa che devi fornirlo tu con una abbondante dose di lubrificante. La penetrazione anale senza lubrificazione può lacerare il delicato tessuto all’interno dell’ano, che può portare a dolore e sanguinamento. Quindi non lesinare sul lubrificante!

2. Il tessuto all’interno dell’ano è più sensibile del tessuto all’esterno dell’ano.

Il tessuto e la pelle intorno all’ano fungono da barriera protettiva per la metà inferiore del tratto digestivo. Tuttavia, il tessuto all’interno dell’ano è più sottile, sensibile e delicato e ha maggiori probabilità di lacerarsi e sanguinare a causa della penetrazione. Ciò aumenta la probabilità di trasmettere infezioni, virus o batteri tra i partner. Anche due partner che non hanno infezioni sessualmente trasmissibili possono comunque trasmettere batteri tra loro attraverso queste piccole lacerazioni nella pelle.

 3. Come la vagina, l’ano è un muscolo che deve rilassarsi per consentire una penetrazione confortevole

Lo sfintere anale funge da “portone” del retto. Per il sesso anale, tuttavia, è importante che questo muscolo si rilassi. Non solo per rendere l’esperienza il più piacevole possibile, ma anche per riduce il rischio di strappi o disagi. Il rilassamento richiede molta pazienza, sia nel momento in cui stai tentando la penetrazione, sia quando ti abitui al sesso anale.

Una malattia sessualmente trasmissibile non è l’unica cosa di cui devi preoccuparti se hai desiso di provare questa pratica sessuale. I batteri che vivono dentro o vicino all’ano possono essere facilmente diffusi se non si prendono precauzioni per riordinare dopo la penetrazione anale.

Se durante il sesso anale indossi un preservativo, assicurati di rimuoverlo e indossarne uno nuovo prima di passare al sesso vaginale. Se non indossi un preservativo o se usi le mani o un giocattolo, assicurati di lavarti accuratamente dopo il sesso anale. I batteri, come l’epatite A e l’Escherichia coli, possono essere trasmessi da pratiche di sesso anale eseguite in cattive condizioni igieniche.